R.A.M. Concorso per giovani artisti 2018/2019


Scadenza: 15 dicembre 2018

 

R.A.M. giunge alla sua dodicesima edizione e continua a vestirsi di Romagna.

Dalla scorsa edizione, infatti, la biennale giovani artisti di Ravenna RAM ospita anche artisti di Rimini, Forlì, Cesena e in generale della Romagna, sempre under 35. Il percorso di R.A.M. porterà per l’anno 2019, alla realizzazione di una vera e propria biennale Giovani Artisti dell'hinterland romagnolo. Oltre agli artisti selezionati tramite bando, ossia tutti coloro che vivono, studiano, lavorano in Romagna possono partecipare, se sono nati dopo il 1 gennaio 1984, anche artisti invitati dai curatori di Mirada.

Gli artisti saranno affiancati dal team curatoriale che collabora con Mirada, le loro opere pubblicate in catalogo e presentate in una mostra collettiva al MAR di Ravenna a settembre 2019.

Scopo del premio è fare conoscere alla critica e al pubblico i migliori talenti artistici del territorio.

La selezione dei giovani artisti e dei giovani curatori e critici d’arte è curata da un’apposita commissione di esperti. Gli artisti candidati presenteranno il proprio portfolio all'atto della candidatura e, se selezionati, realizzeranno un progetto apposito per la mostra collettiva, che come tutte le ultime edizioni di RAM prevede un tema preciso e comune per tutti i lavori esposti.

Tali opere potranno essere presentate in più mostre sul territori.

 

REGOLAMENTO

Possono partecipare a RAM tutti i giovani che non abbiano ancora compiuto 35 anni alla scadenza del bando e che risiedano, vivano, lavorino o siano stati iscritti ad un corso di studi in Romagna. I vincitori delle precedenti edizioni di RAM non possono ricandidarsi. I segnalati e i partecipanti delle precedenti edizioni di RAM possono ricandidarsi. Sono accettati lavori di gruppo. La commissione valuterà il materiale inviato dagli artisti entro febbraio 2019 e comunicherà ai vincitori la selezione. 


Con il patrocinio di:


I vincitori e i selezionati saranno contattati subito dalla commissione che darà loro indicazioni sul tema del concorso. I lavori presentati per la mostra ed il catalogo saranno appositamente realizzati per RAM, in base al tema proposto. Tale aspetto costituirà una premessa importante per successive eventuali acquisizioni e per favorire una maggiore iterazione tra artisti, curatori e la città stessa. Ogni artista o gruppo artistico sarà seguito da un curatore. La mostra ed il catalogo saranno presentati entro il 2019. 


Come partecipare?

I/le candidati/e di tutte le sezioni dovranno presentare la seguente documentazione che potrà essere inviata in formato digitale all’indirizzo email associazionemirada@gmail.com .

E’ possibile mandare cartelle condivise per quanto riguarda il portfolio, mentre i documenti vanno allegati alla mail e nello specifico andranno inviati:

 

a) scheda d’iscrizione debitamente compilata; LINK

b) fotocopia di documento comprovante l’età del/della candidato/a;

c) curriculum del/della candidato/a (massimo 10 righe 60 battute ciascuna);

d) fotografia del/della candidato/a o del gruppo;

e) materiale specificato nel regolamento delle singole discipline.

 

Nota bene: i materiali consegnati (anche quelli richiesti dal regolamento delle singole discipline), saranno utilizzati per il sito Internet e per i materiali di promozione e comunicazione: è dunque importantissima la qualità degli stessi.

Saranno accettate unicamente le domande presentate secondo le modalità e i tempi descritti. La qualità, l’innovazione e la ricerca artistica saranno i criteri fondamentali di selezione dei lavori. 


1) PITTURA

Sono ammessi lavori senza limitazione di tecnica esecutiva, materiali e supporti. Da presentare:

- riproduzione fotografica a colori di 5 lavori;

- relazione scritta sul proprio lavoro;

Sul retro di ogni fotografia dovranno essere specificati cognome

e nome dell’autore, dimensioni dell’opera, tecniche di realizzazione,

anno di realizzazione, titolo;

 

2) MOSAICO

Sono ammessi lavori senza limitazione di tecnica esecutiva,

materiali e supporti. Da presentare:

- riproduzione fotografica a colori di 3 lavori;

- relazione scritta sul proprio lavoro;

Sul retro di ogni fotografia dovranno essere specificati cognome

e nome dell’autore, dimensioni dell’opera, tecniche di realizzazione,

anno di realizzazione, titolo;

 

3) FOTOGRAFIA

Sono ammessi lavori senza limitazione di tecnica esecutiva, materiali e supporti. Da presentare:

- riproduzione fotografica di 5 lavori;

- relazione scritta sul proprio lavoro;

Sul retro di ogni fotografia dovranno essere specificati cognome e nome dell’autore, dimensioni dell’opera, tecniche di realizzazione, anno di realizzazione, titolo;

 

4) FUMETTO

Sono ammessi lavori senza limitazione di tecnica esecutiva,

materiali e supporti. Da presentare:

- minimo 4 tavole, fotocopiate B/N o colori;

- relazione scritta sul proprio lavoro;

Sul retro di ogni tavola dovranno essere specificati cognome e nome dell’autore, anno di realizzazione, titolo;

 

5) VIDEOARTE

Sono ammessi lavori senza limitazione di tecnica esecutiva su supporto magnetico o digitale. Da presentare:

- copia dell’opera in DVD o altro supporto di 1 lavoro (anche link in rete)

- relazione scritta sul proprio lavoro e schema esplicativo dell’installazione;

Per ogni opera dovranno essere specificati cognome e nome dell’autore e del cast tecnico, formato dell’opera, anno di realizzazione, titolo;

 

6)INSTALLAZIONI, PERFORMANCE

Sono ammessi eventi o azioni con e senza elementi scenici, da realizzarsi in esterni o interni, con utilizzo di diversi linguaggi e media. Per la selezione presentare il progetto di performance in un massimo di dieci cartelle con allegato materiale di documentazione audio, video, fotografico di altri interventi già realizzati.

Da presentare:

- riproduzione fotografica a colori oppure copia dell’opera in

DVD o altro supporto;

- relazione scritta sul proprio lavoro;

Per ogni opera dovranno essere specificati cognome e nome dell’autore e del cast tecnico, formato dell’opera, anno di realizzazione, titolo;

 

7) GRAFICA DI COMUNICAZIONE (visual design, web design, creazione digitale)

Portofolio grafico e relazione sul proprio lavoro.

 

8) CURATORI E CRITICI D’ARTE

Sono ammessi al concorso giovani curatori o critici d’arte e che risiedano, vivano, lavorino o siano stati iscritti ad un corso di studi nella regione Emilia Romagna. Oltre alla documentazione necessaria per partecipare al concorso (scheda di iscrizione debitamente compilata LINK, fotocopia del documento di identità valido) i candidati di questa sezione dovranno presentare:

- il proprio curriculum

- una breve presentazione scritta delle mostre curate e/o dei testi critici scritti, facoltativamente accompagnate da documentazione fotografica.

I curatori/Il curatore selezionato sarà parte del team curatoriale e seguirà uno degli artisti in mostra, scrivendo il testo critico pubblicato in catalogo.


Associazione Culturale Mirada si riserva il diritto di pubblicare con mezzi e supporti diversi testi, immagini, produzioni informatiche per attività di documentazione e promozione della manifestazione e degli artisti.

Gli artisti sono garanti dell’originalità dell’opera che presentano e accettano implicitamente le condizioni del presente bando. Per richiedere informazioni e-mail: info@mirada.it

Associazione Mirada Via Sant'Agata, 13 48121 Ravenna www.mirada.it



Con la collaborazione di:



News Associazione MIRADA

Graphic Journalism

BJCEM | Albania

Vado al museo!

Fondazione Dopo di Noi Bologna

ArtSTORIA 5x5x5
Cinema Astoria, Ravenna

Outlandos | Elena Guidolin
Giuda Edizioni


Fruit Exhibition

Palazzo Re Enzo | Bologna

Rosso Comics . Breve rassegna
di fumetto contemporaneo

12° Komikazen Festival 

Biennale del Disegno | Rimini

Workshop con
Marcos Morau



Mirada significa sguardo in spagnolo: risuona in questa parola la radice latina di miror, che significa anche stupirsi. I latini sul guardare erano maestri: avevano ben cinque verbi diversi per descrivere l’atto di vedere.
 Mirada vuole proporre sguardi, sensibilità visiva, imaginerie.
 L’Associazione nasce nel 1997, ma negli anni ha cambiato forma e sostanza. Da un’attenzione centrata soprattutto all’allestimento e alla creazione di percorsi museali ed espositivi, passa ad occuparsi di progettazione curatoriale, soprattutto nell’ambito del fumetto e dei giovani artisti.